AREA RISERVATA

> Password dimenticata
> Nuova registrazione

 CARRELLO

Il carrello, al momento, non contiene alcun articolo!

Spedizioni Gratuite per
una spesa superiore a
99

Sinusite: sintomi, prevenzione, cura

1482416861adobestock37482773farmacquistaweb.jpg

 

La sinusite è una infiammazione dei seni paranasali, cioè delle cavità presenti nella struttura ossea del volto, provocate da batteri o virus che infettano le vie aeree superiori e le mucose nasali che comunicano direttamente con i seni, e quindi permettono all’infezione di prorogarsi facilmente alle cavità dei seni.

 

Trattamento Omeopatico

 

Come sempre il trattamento omeopatico più appropriato dipende dalle modalità dei sintomi della sinusite che si manifestano nelle fasi acute della malattia, mentre per le manifestazioni croniche o recidivanti vanno individuati rimedi corrispondenti non tanto alla patologia specifica quanto alle modalità generali psicofisiche del paziente.

 

Kalium bichromicum è il rimedio indicato nelle sinusiti, sia frontali che mascellari, quando è presente il dolore e un senso di pienezza alla base del naso con secrezioni nasali giallo verdastre spesso difficili da espellere perche troppo dense e collose.

 

Al mattino al risveglio i catarri, solidificati durante le ore notturne, si staccano e scendono in gola per poi venire espulsi. Più facilmente scivolano in gola e producono accessi di tosse con espettorazione di masse di catarro duro ed elastico.

 

Il dolore si può manifestare anche in diverse zone della testa, diffuso a macchia di leopardo. I sintomi sono peggiorati dal freddo, le cavità nasali sono ostruite e nel naso si formano piccole ulcerazioni sanguinanti della mucosa.

 

Anche Hydrastis è indicato quando le secrezioni nasali sono gialle e vischiose, sono retro nasali e scendono e si raccolgono in gola; il dolore peggiora con il caldo ed è localizzato a livello delle cavità orbitarie. Compare dopo esposizioni al freddo, ed il dolore è di tipo pressorio con senso di oppressione in regione frontale nel lato colpito.

 

Il cuoio capelluto è sensibile e i muscoli del collo sono tesi e dolenti.

 

Un rimedio utile invece nelle forme di sinusite in cui non prevale la secrezione nasale è SILICEA, dove è presente il dolore frontale e mascellare , scatenato dall’esposizione al freddo umido e migliorato dal caldo e dal coprirsi la testa.

 

IODUM è adatto quando il dolore che si manifesta in sede frontale e a livello di mandibola superiore, è folgorante, martellante, aggravato dal piegare la testa verso il basso e compare associato a scolo nasale.

 

Il dolore tende a irradiarsi al lato destro della testa, del volto, dell’orecchio e, come si è detto, della mandibola.

 

La sintomatologia di Kali iodatum, è caratterizzata da uno scolo nasale acquoso, copioso, caldo e acre, mentre il dolore è frontale e può essere presente in entrambi i lati dove si manifesta anche lo scolo nasale.

 

Un altro rimedio interessante è Pulsatilla, utile anche nelle forme croniche acutizzate dall’esposizione al freddo, con perdita del senso dell’olfatto. Le zone interessate dall’infiammazione, seni frontali e paranasali, sono molto sensibili al contatto fisico.

 

Lo scarico nasale in genere è giallo verdastro,  non irritante per le mucose nasali; gli starnuti sono rari, se non del tutto assenti e i sintomi migliorano uscendo da un ambiente caldo e respirando aria fresca.

 

Al contrario i sintomi di un rimedio come Arsenicum album, i dolori della testa e lo scarico nasale, sono aggravati dal freddo e dall’esposizione all’aria aperta, benché il bruciore delle narici, dovuto allo scolo nasale acido e qualche volta corrosivo, siano aggravati dall’avvicinarsi troppo alle fonti di calore. Nonostante lo scolo del naso sia fluido, la sensazione del paziente è di avere il naso ostruito e bloccato, gli starnuti continui non alleviano questa sensazione.

 

Quando lo scolo nasale, copioso e bruciante, si estende agli occhi e ai seni frontali, ed è liquido, ma non proprio acquoso, escoriante al punto di poter provocare piccole ulcerazioni alla muscosa nasale e i sintomi sono aggravati dal tempo umido, un rimedio a cui pensare è mercurius solubilis.

 

 

 

Infine ricordiamo Sanguinaria canadensis, che ha la sintomatologia presente specificatamente sul lato destro della testa e del volto accompagnata da uno scarico nasale giallastro.

 

Vuoi essere aggiornato sulle nostre promozioni?

Iscriviti alla nostra newsletter

Acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi della informativa sulla privacy

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.